Categorie
Economia Informatica

PagoPA senza commissioni: Satispay

Avendo un conto online, molto spesso si ha la possibilità di eseguire bonifici gratuitamente.
Purtroppo con PagoPA non è previsto il pagamento tramite bonifico classico, ma va usato al massimo il sistema Mybank, che applica (oltre al costo del bonifico standard la commissione di 50 centesimi), oppure altri metodi tra cui il CBILL, o il pagamento con carta di credito, tutti con varie commissioni.
L’unico metodo che non ha alcuna commissione è il pagamento con Satispay.
Vi invito a provarlo, io mi sono appena iscritto, anche per usi diversi da PagoPA. Guardando il funzionamento, satispay è uno dei metodi di pagamento con le più basse commissioni per gli esercenti (che si lamentano sempre delle commissioni per i pagamenti con bancomat). Per esempio per i pagamenti nei negozi fisici:

  • Transazioni inferiori o pari a 10 €: nessuna commissione
  • Transazioni superiori a 10 €: 0,20 € (indipendentemente dall’importo!)

Altri dettagli sui costi li potete vedere qui: https://www.satispay.com/it-it/costi/

Categorie
Informatica

Oracle Cloud Infrastructure Always-Free

Vi segnalo la possibilità di avere 2 server virtuali su Oracle Cloud gratuiti per sempre. Potete vedere questo blog pubblicato su un macchina virtuale gratuita oracle a questo indirizzo:

https://www.inginc.eu

Il server virtuale comunque ha solo 1 GB di RAM e 2 core. Per la RAM, vi consiglio di aggiungere lo swap perchè terminato il GB di RAM, la VM tende a bloccarsi. Di seguito i comandi per inizializzare la macchina virtuale creata usando come immagine Ubuntu 20.04 minimal.

Eliminazione firewall

Purtroppo il comando ufw sulla VM Ubuntu 20.04 predisposta da Oracle non funziona, risulta abilitato, ma poi al riavvio non si attiva. Questi i comandi per disabilitare completamente il firewall (tanto tramite security lists comunque potete bloccare le porte lo stesso):

sudo iptables -P INPUT ACCEPT
sudo iptables -P OUTPUT ACCEPT
sudo iptables -P FORWARD ACCEPT
sudo iptables -F
sudo iptables -X
sudo iptables-save | sudo tee /etc/iptables/rules.v4

Abilitazione SWAP

Avviando la VM Ubuntu predisposta da Oracle non c’è swap. Il problema è che abbiamo solo 1 GB di RAM e quando si riempie, la macchina virtuale non risponde quasi più. Va abilitato lo swap con questi comandi (in questo caso aggiungo 1 GB [nella prima istruzione: 1G] di swap, poi è possibile aggiungerne di più):

sudo fallocate -l 1G /swapfile
sudo chmod 600 /swapfile
sudo mkswap /swapfile
sudo swapon /swapfile
echo '/swapfile none swap sw 0 0' | sudo tee -a /etc/fstab

Problemi di timeout della sessione ssh

Capita che la sessione ssh si perda. In questo caso può essere utile usare byobu per riprendere le sessioni appese installandolo in questo modo:

sudo apt-get install vim byobu dialog
byobu-enable

Byobu va abilitato non da root, ma dall’utente che fa il login, cioè ubuntu, quindi non va usato il sudo nell’ultima istruzione.

Categorie
Operatori Telefonici

WINDTRE marchio unico solo in teoria

Purtroppo nonostante l’unione di Wind e Tre nel marchio WINDTRE, sono rimaste ancora differenze tra i clienti ex-Wind ed ex-Tre. Di seguito alcune differenze (al 16/09/2020).

RICARICA PERIODICA

  • WIND: è possibile creare una ricarica periodica dello stesso importo della propria promozione mensile il giorno della scadenza (molto comodo)
  • TRE: non è possibile ricaricare periodicamente lo stesso importo della propria promozione mensile, ma dei valori fissi (10, 15, 20, …) e in un giorno del mese a scelta

REGISTRAZIONE AREA CLIENTI

Per la stessa persona (codice fiscale) è necessario effettuare una registrazione per i numeri ex-Wind e una per i numeri ex-Tre. Non è possibile vedere con una un’unica login tutte le schede WINDTRE intestate ad una persona. Se si è in possesso sia di schede Wind che Tre, per la registrazione servono 2 mail, 1 per i numeri ex-Wind, l’altra per i numeri ex-Tre (in questo caso può tornare utile la funzione di gmail di aggiungere dei punti all’interno della mail, che non vengono considerati da gmail, per esempio: ncognome@gmail.com è equivalente a n.cognome@gmail.com, o a n.co.gno.me@gmail.com).

Inoltre una volta effettuato l’accesso, le aree clienti (da web e da app) sono differenti tra ex-Wind ed ex-Tre.

PARLARE CON UN OPERATORE

Se, per esempio, si chiama il servizio clienti da numero ex-Tre non è possibile avere dettagli sui propri numeri ex-Wind.

TRASFERIMENTO CREDITO NON USUFRUITO SU ALTRO NUMERO WINDTRE

In caso di disattivazione SIM WINDTRE, per recesso o per portabilità (senza trasferimento del credito residuo) la legge prevede l’obbligo di restituzione del credito residuo non usufruito. Per WINDTRE, oltre a ricevere il credito tramite bonifico o assegno applicando una commissione (al momento di 6 euro), è possibile trasferire il credito residuo su un’altra numerazione “WINDTRE” senza costi. Ecco, quest’ultima affermazione non è proprio vera, ma funziona così:

Per recesso scheda ex-Wind posso richiedere di trasferire il credito residuo su scheda ex-Wind, per recesso scheda ex-Tre posso richiedere di trasferire il credito residuo su scheda ex-Tre.

Se provate a richiede il trasferimento “incrociato” riceverete un sms del tipo:

Gentile Cliente, ti informiamo che non e’ stato possibile eseguire la variazione da te richiesta. Ti invitiamo a contattare il 159 per ulteriori dettagli

Contattando il 159, vi rispondono che potete chiedere il rimborso tramite assegno o bonifico al costo di 6 euro. In questo caso conviene rifare la richiesta cambiando il numero beneficiario in modo che corrisponda a un ex-Wind o un ex-Tre in base al numero disattivato.

CREDITO RESIDUO CON *123#

Per il credito residuo, con ex-Wind funziona il codice rapido *123#, con ex-Tre non funziona. Questa cosa torna in un certo senso “utile” perchè è un sistema rapido per capire se il numero che sto usando è un ex-Wind o un ex-Tre.

Categorie
Edilizia Informatica

Poligoni DOCFA e DoubleCAD XT v5

Di seguito la procedura per importare correttamente i poligoni su DOCFA, utilizzando come software il software gratuito DoubleCAD XT v5.

Usando questo programma ed esportando i file in DXF, durante l’importazione in DOCFA, potrebbero essere generati i seguenti errori:

  • IGE_IMAGE_IS_LOCKED
  • Polilinea non risulta chiusa

IGE_IMAGE_IS_LOCKED

Questo errore si risolve subito, basta salvare nel formato DXF giusto, cioè nel formato DXF R14

Polilinea non risulta chiusa

Questo errore è un po’ più particolare. Nonostante i poligoni / polilinee nel livello DOCFA_POLIGONI siano perfettamente chiusi, viene generato questo errore. Questo problema è dovuto al proprietà Linetype Generation delle polilinee (questa proprietà influsce sul tratteggio che ricomincia ad ogni spigolo della polilinea). Per risolvere:

  1. Assicurarsi di aver chiuso la polilinea (durante il disegno della polilinea alla fine, dopo l’ultimo punto, cliccare col destro e scegliere Close)
  2. Selezionare la polilinea, poi col pulsante destro del mouse scegliamo Properties…, poi andiamo su Pen e selezionamo la checkbox Alignment.

Di seguito la spiegazione tecnica.

La proprietà corrisponde al codice 70 all’interno del file DXF e può assumere i seguenti valori:

  • 0 polilinea aperta
  • 1 polilinea chiusa
  • 128 polilinea aperta con linetype generation ON
  • 129 polilinea chiusa con linetype generation ON

Il problema è che DOCFA si aspetta il valore 1, invece trova il valore 129.

Aprendo il file DXF con Notepad++, andando a cercare il testo AcDbPolyline troveremo questo frammento (uno per ogni polilinea):

AcDbPolyline
 90
        4
 70
   129
 43
0.0
 10
0.0300000000000011
 20
0.0300000000000011
 10

Il valore della proprietà 70 (linetype generation) si trova alla riga successiva a 70, dove c’è scritto 129. Per risolvere va sostituito a 129 il valore 1. Attenzione però che prima di 129 ci sono tre spazi vuoti:

<SPAZIO><SPAZIO><SPAZIO>129

questa sequenza va sostituita mettendo l’1 nella stessa posizione del 9, in questo modo:

<SPAZIO><SPAZIO><SPAZIO><SPAZIO><SPAZIO>1

cioè la riga deve contenere 5 spazi più l’1 finale.

Effettuare questa sostituzione per tutte le volte che trovate AcDbPolyline seguito da una riga contenente 70 (dovreste trovare un numero di occorrenze pari al numero di poligoni) e salvate da Notepad++ il file modificato.

Categorie
Edilizia Informatica

Convertire disegni di Microsoft Word in DXF

Ho recuperato dei vecchi disegni fatti con Microsoft Word che avevo bisogno di convertire in DXF. Usando questa precedura è possibile convertire i disegni da Word in DXF.

Servono questi software:

  • Libreoffice Writer (gratuito)
  • Libreoffice Draw (gratuito)
  • Inkscape (gratuito)

Ho seguito questa procedura:

  1. Aprire i file Word con Libreoffice Writer
  2. Eliminare gli oggetti visualizzati non correttamente
  3. Raggruppare tutti gli oggetti in un unico gruppo e copiare il gruppo
  4. Aprire Libreoffice Draw e incollare il gruppo copiato
  5. Esportare in formato SVG
  6. Aprire il file SVG con Inkscape
  7. Salvare come DXF R12
Categorie
Building Information and Communications Technology

Converting Microsoft Word drawings to DXF

I had some drawing in Microsoft Word that i want to convert to DXF. Using this procedure you can convert the drawings to DXF format.

You need these softwares:

  • Libreoffice Writer (free)
  • Libreoffice Draw (free)
  • Inkscape (free)

I followed this procedure:

  1. Open Word files with Libreoffice Writer
  2. Delete not correctly rendered objects
  3. Group all objects in a single group and copy this group
  4. Open Libreoffice Draw and paste the copied group
  5. Export in SVG format
  6. Open the SVG file with Inkscape
  7. Save as DXF R12